Vai al contenuto

Supercoppa Italiana, dagli opinionisti agli ex: per tutti l’Inter è favorita

Inter favorita in Supercoppa. Si entra nel vivo della competizione della Lega Serie A, con il suo nuovo format stile supercoppa spagnola con la final-four. Oggi inizia la Supercoppa Italiana, con la prima semifinale tra Napoli, campione d’Italia nella precedente stagione (2022/2023), e Fiorentina, finalista e seconda classificata in Coppa Italia: ma gli occhi dei media, dei giornalista, degli opinionisti e di ex-calciatori sono puntati sulla favorita di turno – l’Inter di Simone Inzaghi.

Inter favorita per la vittoria: ecco perché

La Supercoppa Italiana potrebbe essere il primo trofeo stagionale per le squadre partecipanti, un traguardo da aggiungere ai palmares delle quattro finaliste. Per l’Inter ha anche un sapore diverso: i nerazzurri volano a Riyad con l’obiettivo di difendere il titolo – che da ormai due edizioni è di casa a Milano -, perché significherebbe la terza Supercoppa consecutiva, la quinta per il tecnico piacentino; e, soprattutto, perché confermerebbe anche la superiorità dell’Inter sulle tre squadre che ha già affrontato e battuto in campionato.

Per la Gazzetta dello Sport, l’Inter arriva a questa competizione con abbastanza motivi che la rendono favorita alla vittoria finale. Uno dei motivi è, come accennato prima, relativo agli scontri diretti con le altre tre squadre della final-four che hanno avuto esiti più che positivi per i nerazzurri: la Fiorentina è stata battuta per 4 a 0, nella partita al Meazza; il Napoli ha visto la porta inviolata per 3 volte al Maradona; mentre all’Olimpico, la Lazio si è arresa al 2 a 0 siglato dai due attaccanti titolari interisti. Proprio Lautaro Martinez (capocannoniere della Serie A) e Marcus Thuram rappresentano uno degli altri motivi che portano l’Inter ad essere il miglior attacco in campionato (49 reti) che, insieme alla solidità difensiva (miglior difesa con 10 gol subiti) e ad un centrocampo di qualità (con Hakan Calhanoglu regista), rende i nerazzurri i favoriti in qualsiasi scontro.

Altri motivi sono da ricercare nella condizione perfetta, con tutti a disposizione – a parte Cuadrado prontamente sostituito dall’innesto di Tajon Buchanan -, e la capacità dell’Inter di Simone Inzaghi ad affrontare i tornei brevi: basti ricordare che i nerazzurri hanno vinto le precedenti edizioni della Coppa Italia e della Supercoppa Italiana (oltre alla finale di Champions League raggiunta la scorsa stagione).

Inter-Lazio: chi scelgono Frey e Capello

Anche opinionisti legati al mondo del calcio, come ex allenatori o ex giocatori, sembrano dare l’Inter come favorita. Non solo per la partita di domani sera, venerdì 19 gennaio, ovvero la seconda semifinale che vedrà i nerazzurri affrontare la Lazio di Maurizio Sarri – ma favorita anche alla vittoria della Supercoppa.

Sebastian Frey – ex portiere di Inter, Fiorentina, Parma e Genoa – ha dichiarato ai microfoni di Tv Play che i nerazzurri sono nettamente favoriti rispetto ai biancocelesti di Roma. Per il francese, la partita rimane comunque insidiosa e non va presa sottogamba: la Lazio, sempre secondo Frey, può mettere in difficoltà l’Inter, nonostante non possa tenere la stessa intensità o lo stesso ritmo che la formazione di Inzaghi mette in campo. Per Gaby Mudingayi – intervenuto ai microfoni di Tag24 -, la Lazio deve comunque crederci e provare a giocarsela da grande squadra come l’Inter.

Anche Fabio Capello vede nell’Inter la grande favorita. Per l’ex allenatore i nerazzurri hanno una marcia in più per la vittoria finale della Supercoppa Italiana: nella sua intervista alla Gazzetta dello Sport, ha elogiato Lautaro Martinez – in quanto capocannoniere con 18 gol in 18 presenze in campionato -, ma ha fatto notare come uno degli elementi più importanti dell’Inter sia il centrocampista turco. Per Capello, Calhanoglu è uno dei migliori in Europa nel ruolo di regista. Cosa che si può notare dai 9 gol nelle 20 presenze nell’edizione corrente della Serie A, o dalle prestazioni che dirigono per buona parte il gioco dell’Inter.


© Consentita la sola riproduzione parziale citando e linkando la fonte.
Samuele Amato

Samuele Amato

Classe '97, follemente addicted ai colori nerazzurri, alla musica e alla filosofia.View Author posts