Vai al contenuto

Thiago Motta: “Complimenti all’Inter”. Poi l’aneddoto sul Triplete

Thiago Motta, Bologna Inter Dopo la vittoria dell’Inter sul suo Bologna per 0-1, Thiago Motta, allenatore dei rossoblu, ha analizzato a caldo la sconfitta dei suoi contro la capolista, nonché sua ex squadra ai tempi del Triplete.

Il tecnico italo-brasiliano si è detto amareggiato dalla sconfitta dei suoi poiché la sua squadra ha giocato un’ottima partita contro la prima in classifica e in un momento di grande forma. Thiago Motta, inoltre, si dispiace per il modo in cui è arrivato il gol di Bisseck, da terzo a terzo di difesa, un gol evitabile che non si dovrebbe concedere in generale, specialmente all’Inter.I molteplici momenti morti hanno fatto scaldare il tecnico felsineo che, vedendo i molti momenti in cui non si è giocato per vari motivi, ha definito questi momenti come una normalità ormai nel calcio moderno.

In ogni caso Motta non ha risparmiato lodi e complimenti alla sua ex squadra dichiarando che hanno fatto la la partita che volevano e dovevano fare per vincere e che si meritano tutto il vantaggio accumulato in classifica. Tornando al suo Bologna, Thiago Motta pensa che la sua squadra stia sviluppando una mentalità vincente e che sono arrivati ad un punto in cui i rossoblu possono giocarsela con qualsiasi squadra di Serie A.

Thiago Motta e l’aneddoto della carbonara

Thiago Motta post Bologna-Inter

Alla fine dell’intervista, a Motta è stato mostrato un video di lui ai tempi del Triplete mangiava un piatto di carbonara prima di una partita. Divertito dalla cosa, l’ex centrocampista di Genoa, Inter e PSG ha sciolto la tensione post partita in un sorriso, raccontando che una volta era diverso e ora si fa più attenzione all’alimentazione di un calciatore.

Ha spiegato come la carbonara fosse il segreto per performare al meglio, ipotizzando di iniziare ad utilizzarla con i suoi giocatori al Bologna per farli rendere ad alti livelli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Andrea Tagliabue

Andrea Tagliabue

Sono Andrea, ho 24 anni e sono tifoso dell'Inter sin dalla nascita. La passione per il giornalismo sportivo è nata quando ero piccolo e da quando ho 15 anni sogno di lavorare nel settore sportivo. Sono un assiduo consumatore di tutto ciò che è calcio e non disdegno un'occhiata agli sport americani (basket, football, baseball, hockey su ghiaccio) e gli sport motoristici.View Author posts