Vai al contenuto

Thiago Motta lascia Bologna: “Lascio da uomo fiero e felice”

Thiago Motta conferenza
CONDIVIDI:
Banner Libro

Ora è UFFICIALE: Thiago Motta non sarà l’allenatore del Bologna la prossima stagione.

Una delle note più liete della stagione della Serie A è stata rappresentata dal Bologna di Thiago Motta. Il tecnico italo-brasiliano è riuscito nell’impresa di valorizzare gli elementi della rosa come Zirkzee, Orsolini e Calafiori e ha fatto tornare la squadra rossoblù in Champions League dopo quasi sessant’anni dall’ultima volta, nel 1965.

Nonostante la qualificazione alla massima competizione europea, nella giornata di oggi il Bologna ha comunicato che la prossima stagione non proseguirà il rapporto con l’allenatore italo-brasiliano che, da giocatore, militò nell’Inter dal 2009 al 2012. L’ex centrocampista ha allenato il Genoa e lo Spezia, prima del suo arrivo a Bologna dopo l’esonero di Siniša Mihajlović. In due stagioni ha donato ai rossoblu un impianto di gioco tra i più belli d’Italia, cosa che ha portato il Bologna al terzo posto in classifica, davanti a squadre come Juventus, Atalanta, Roma e Napoli.

Con un comunicato della società rossoblu, Thiago Motta ha salutato la città di Bologna con queste parole: “Grazie a Bologna, mi hai reso un uomo fiero e felice. In due anni siamo tutti cresciuti molto, sia io che i ragazzi e anche la società. Sono fiero di aver portato il Bologna in Champions League senza mai tradire la nostra filosofia di gioco e la grande passione dei tifosi che ci hanno spinto e motivato in ogni momento”.

Thiago Motta poi prosegue: “Ringrazio il presidente Saputo. Ringrazio e abbraccio tutti i miei giocatori che in queste due stagioni hanno aderito alla nostra idea di calcio, impegnandosi fin dal primo giorno. Ringrazio tutte le persone che lavorano con dedizione quotidiana per questo club. Ringrazio Bologna e i bolognesi perché mi hanno reso un uomo felice”.

Ora il futuro di Thiago Motta vede davanti a lui, con tutta probabilità, un approdo alla Juventus. Una possibilità sempre più concreta così come riportata anche da Fabrizio Romano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Andrea Tagliabue

Andrea Tagliabue

Sono Andrea, ho 24 anni e sono tifoso dell'Inter sin dalla nascita. La passione per il giornalismo sportivo è nata quando ero piccolo e da quando ho 15 anni sogno di lavorare nel settore sportivo. Sono un assiduo consumatore di tutto ciò che è calcio e non disdegno un'occhiata agli sport americani (basket, football, baseball, hockey su ghiaccio) e gli sport motoristici.View Author posts