Vai al contenuto

Thu-La ancora a secco: ora le partite senza gol sono 5

Thuram e Lautaro Martinez ancora a secco: la coppia non fa registrare un gol dalla sfida contro l’Atalanta, è emergenza?

La stagione dei nerazzurri è senza dubbio da incorniciare da tutti i punti di vista: miglior differenza reti, maggior numero di gol segnati, miglior difesa e altri impressionanti record come la striscia di 31 partite consecutive sempre a segno e gli 82 punti conquistati sino ad ora, statistica inferiore soltanto agli 84 ottenuti dalla Juventus nel 2018.

La coppia d’attacco, in particolare, ha fatto registrare numeri davvero ottimi nel corso della stagione: 23 reti di Lautaro Martinez e 10 di Marcus Thuram, che hanno convinto molto di più dei loro gregari Alexis Sanchez e Marko Arnautovic. La Thu-La, però, sembra inceppata: nessun gol dalla vittoria per 4-0 contro l’Atalanta di Gasperini e i tifosi attendono con sempre maggiore ansia che il tandem ritorni ad esultare.

Thuram e Lautaro non segnano più? Con il Cagliari ci proverà il solo Thuram

Thuram e Lautaro abbracciati dopo un gol

I gol per i nerazzurri non sembrano essere un problema: sono 12 le reti dalla partita contro l’Atalanta, il 28 febbraio, l’ultima gara in cui il capitano Lautaro Martinez è andato a segno. Per ritrovare Marcus Thuram sul tabellino dei marcatori, invece, bisogna ritornare alla sfida contro la Salernitana del 16 febbraio, terminata anch’essa per 4-0.

Il francese e l’argentino erano molto attesi già per il match alla Bluenergy Arena di Udine, dove il Toro è stato fermato solo dal legno in occasione del gol del vantaggio di Frattesi, e contro il Cagliari di Ranieri non ci saranno più scuse. I rossoblù sono in un buono stato di forma, con sei gol al passivo negli ultimi 5 incontri in cui hanno raccolto ben 13 punti, vincendo anche la complicata sfida contro la Dea.

Contro i sardi, toccherà al solo Thuram cercare di rompere il digiuno da gol, vista l’assenza per squalifica del capitano nerazzurro. Chissà che, nello stadio di casa, non possa ricominciare la marcia di almeno uno dei due.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Fabrizio Pettenati

Fabrizio Pettenati