Vai al contenuto

Zilliacus si arrende: “Costretto a rinunciare all’Inter. Accuse false su di me”

Zilliacus si arrende. Thomas Zilliacus si ritira ufficialmente dalla corsa per l’acquisizione dell’Inter. L’imprenditore finlandese è stato più volte coinvolto in possibili discorsi riguardanti il discorso societario dell’inter, più per sua volontà che per una vera apertura da parte della famiglia Zhang, che non hanno mai commentato l’interesse più volte esplicitato.

Sicuramente, sin dall’inizio il modus operandi di Zilliacus, ovvero sventolare ai quattro venti l’avvio di una trattativa per l’acquisizione del club nerazzurro e di un’offerta ufficiale presentata, raccontando di fantomatici investimenti e investitori pronti, aveva lasciato i tifosi e gli addetti ai lavori perplessi.

Zilliacus: “Costretto a ritirarmi. A novembre vicino ad acquisire l’Inter”

Thomas Zilliacus Inter

La notizia di resa è stata diffusa in mattinata attraverso un comunicato rilasciato dallo studi legale che segue le vicende di XXI Century Capitals.

Nonostante il messaggio sia quello di resa e di rammarico per non poter più essere nelle condizioni di acquistare un club prestigioso come l’Inter, Zilliacus tiene a far sapere di come sia stato, secondo lui, molto vicino all’acquisizione nel mese di novembre.

Secondo questa ricostruzione, la famiglia Zhang avrebbe dunque aperto all’ipotesi più volte promossa dal manager finlandese.

Nella nota diffusa si legge di come la società XXI Cenury Capitals sia stata molto vicina ad acquisire l’Inter nel mese di novembre, ma allo stesso tempo sono state fermate tutte le trattative che dovevano portare a un’acquisizione del club. Nella nota si legge anche di come Zilliacus sarà ora impegnato nell’azione di ripulire la propria immagine dopo le accuse, a suo avviso, che gli sono state ingiustamente mosse dalle autorità giudiziarie di Singapore, riportate poi dal Singapore Strait Times (ST), dipingendo un ritratto criminale di Zilliacus assolutamente lontano dalla realtà.

Il comunicato continua poi con una precisazione, dove ribadisce come da oltre un anno, l’intento del finlandese sia stato quello di creare un consorzio di partner con il quale acquisire l’Inter e renderlo un club che lotta annualmente per Campionato e Champions League, attirando i migliori giocatori al mondo.

La nota accusa le autorità di Singapore e il Singapore Strait Times di aver fatto deragliare questo progetto, a seguito delle accuse che pendono su Zilliacus, riguardanti a un mandato di arresto per quanto riguarda l’intero CDA della società e-commerce YuuZoo, di cui Zilliacus era presidente.

Si conclude così una storia forse mai davvero iniziata, che riguardava un potenziale passaggio di proprietà, ipotesi che diventa sempre più remota dal momento che Steven Zhang è intenzionato a rifinanziare il prestito, spostando la scadenza verso il 2027

In conclusione, dando uno sguardo alle proprietà presenti in Italia e anche in Europa, lo scenario in cui la famiglia Zhang resti al comando dell’Inter, visti anche i risultati raggiunti in soli 8 anni,  non sembra poi così male.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Alessandro Guerra

Alessandro Guerra

Laureato in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali, classe 98, il mio sogno è scrivere e commentare riguardo i miei principali interessi: politica italiana ed estera, cinema e musica (hip-hop su tutti) e ovviamente trattare di sport, in particolare di calcio e di Inter. Il giocatore che mi ha fatto innamorare dei colori nerazzurri è Adriano l'Imperatore.View Author posts