Vai al contenuto

Zirkzee, Milan in vantaggio. Inserimento Inter soltanto ad una condizione

Si scatena l’asta per Joshua Zirkzee: tutti vogliono il centravanti rossoblu. 

Una delle più importanti rivelazioni del campionato è indubbiamente Joshua Zirkzee, numero 9 del Bologna dei miracoli e oggetto dei desideri di mercato delle principali società italiane ed internazionali. L’attaccante olandese, esploso quest’anno sotto la sagace guida di Thiago Motta, gode della stima dei 3 club più blasonati d’Italia: Inter, Milan e Juventus. Non si esclude una possibile asta già a partire dal mese di giugno. L’obiettivo della dirigenza rossoblu resta quello di capitalizzare il più possibile dalla cessione del suoi gioiellino e si augura che possa scatenarsi una grande asta in modo tale da alzare le richieste per il cartellino.

Duello di mercato per Zirkzee: Milan avanti ma non è chiusa

Joshua Zirkzee - Bologna

Secondo quanto riportato dalle pagine sportive del quotidiano La Repubblica, per iniziare col botto la sessione estiva di calciomercato, la dirigenza nerazzurra vorrebbe regalare a Simone Inzaghi un grande colpo in attacco.

Zirkzee, elogiato pubblicamente da Piero Ausilio dopo la festa scudetto, avrebbe tutte le caratteristiche che piacciono ai vertici della dirigenza interista, ma la concorrenza non manca e l’affare non è certamente dei più facili. Secondo i più grandi esperti di calciomercato, per potersi permettere l’acquisto di Zirkzee, l’Inter sarebbe prima chiamata a fare una grande cessione. Attualmente la più probabile sarebbe quella di Marcus Thuram, corteggiato dal Psg, ma un’offerta ufficiale non è ancora arrivata sui banchi della società. L’Inter deve fare i conti con la concorrenza del Milan, che si è già portato avanti strappando il sì del giocatore anche se deve superare il più grosso ostacolo: convincere il Bologna, che continua a chiedere 60 milioni di euro. Se ci sarà una lunga estate di calciomercato, il caso Zirkzee sarà sicuramente uno dei più intriganti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Simone Ambroso

Simone Ambroso