Vai al contenuto

Incetta di premi per l’Inter: Bastoni, Calhanoglu e Lautaro premiati dalla Serie A

bastoni-calhanoglu-lautaro-mvp
CONDIVIDI:
Banner Libro

Alessandro Bastoni e Hakan Calhanoglu nominati miglior difensore e centrocampista della Serie A. Lautaro MVP della stagione.

L’Inter continua la sua scorpacciata di premi e onorificenze nella stagione trionfale che l’ha vista tagliare il traguardo dello scudetto e della seconda stella con un mese in anticipo sulla tabella di marcia e in circostanze leggendarie. Il dominio nerazzurro, nella stagione che si appresta a calare il proprio sipario con l’ultima giornata durante questo weekend, è stato certificato da una ulteriore, quadrupla affermazione, con i principali esponenti della squadra premiati dalla Lega Serie A, ognuno per il proprio ruolo.

Per quanto dimostrato all’interno del rettangolo verde, l’Inter ha visto Alessandro Bastoni, Hakan Calhanoglu e il capitano Lautaro Martinez, nominati rispettivamente miglior difensore, miglior centrocampista e MVP della Serie A 2023-2024, a seguito dell’affermazione di Simone Inzaghi, nominato miglior allenatore della stagione. Andando con ordine, Bastoni ha trionfato sugli altri candidati, avversari nell’ultimo turno di campionato ed entrambi qualificati alla prossima edizione della Champions League: Riccardo Calafiori, appena nominato giocatore del mese di maggio, grazie all’exploit straordinario nel rocambolesco pareggio con la Juventus di Gleison Bremer, anch’egli in lista tra i candidati alla vittoria. Allo stesso modo, Calhanoglu ha primeggiato sulla fantasia a stelle e strisce di Christian Pulisic del Milan e alla duttile tecnica sopraffina di Teun Koopmeiners dell’Atalanta fresca vincitrice dell’Europa League e con la possibilità di chiudere al terzo posto in classifica, mentre Lautaro Martinez è stato scelto

La stagione di Alessandro Bastoni è stata straordinaria, caratterizzata da un contributo decisivo sia in difesa che in attacco. Con il suo stile di gioco, Bastoni, autore di un gol e quattro assist in campionato, sta confermando la propria crescita tecnica dopo essere stato fortemente voluto nella stagione della rinascita della Beneamata, con Antonio Conte al timone della nave. Il mancino classe 1999 si è distinto come fattore chiave nella manovra offensiva della squadra nerazzurra. Dopo oltre due anni senza segnare, Bastoni è tornato al gol nella sfida contro la Roma a febbraio, fornendo tra l’altro tre assist in tre partite consecutive tra marzo e aprile. Inoltre, è stato eletto Player of the Month del mese di marzo. A 25 anni, dopo essersi griffato del titolo di Campione d’Europa nel 2021 con la Nazionale, Bastoni ha vinto il suo secondo scudetto con l’Inter e ora viene insignito di un riconoscimento che attestano la sua grande maturità e doti di leadership. La sua capacità di coniugare abilità difensive e offensive lo ha reso uno delle colonne portanti della squadra di Simone Inzaghi, certificando ulteriormente l’importanza e il talento nel panorama calcistico italiano del difensore di Casalmaggiore.

La forza dell’Inter è presente in ogni reparto, principalmente a centrocampo dove Hakan Calhanoglu è stato nominato il miglior interprete del ruolo dalla Lega Serie A. Il giocatore dell’Inter ha superato la concorrenza di Christian Pulisic del Milan e Teun Koopmeiners dell’Atalanta. Nella sua terza stagione in nerazzurro, il capitano della nazionale turca ha messo in mostra il meglio delle sue capacità, diventando il metronomo del gioco della squadra di Simone Inzaghi e non solo. Con il suo ritmo, geometrie e giocate di qualità e precisione, Calhanoglu ha guidato il centrocampo, giovando alle azioni offensive della squadra, contribuendo alla costruzione di opportunità per i compagni e mantenendo il controllo del ritmo partita. Con 13 gol, 3 assist e una freddezza glaciale dagli undici metri, con 10 su 10. Calhanoglu conquista con merito il premio di miglior centrocampista della Serie A, grazie a prestazioni sublimi che lo hanno consacrato come regista chiave della squadra Campione d’Italia.

Dulcis in fundo, la trionfale giornata di premiazione per l’Inter è giunta all’epilogo con il riconoscimento maggiore: con 24 gol in campionato, attualmente capocannoniere del campionato e prossimo a entrare nella storia dell’Inter vincendo il titolo di re dei bomber, Lautaro Martinez viene eletto MVP della Serie A. Carisma, grinta e una fame inesauribile sono solo alcune delle caratteristiche del Toro, straordinario protagonista della cavalcata nerazzurra verso la seconda stella. Il numero 10, alla sua prima stagione da capitano dell’Inter, ha trascinato la squadra a suon di gol fino alla conquista del ventesimo scudetto. Numeri straordinari, che accompagnano la crescita inarrestabile di Lautaro, sebbene un finale di stagione travagliato e fatto di un solo gol nelle ultime dodici partite di campionato. Arrivato all’Inter nell’estate 2018, il Toro è diventato grande, fino a portare con orgoglio la fascia di capitano e a sollevare al cielo di San Siro il trofeo dei Campioni d’Italia.

I vincitori ritireranno i propri premi in occasione dell’ultima giornata di campionato in programma Domenica 26 maggio alle 20.45 contro il Verona allo Stadio Bentegodi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Gianmarco Vella

Gianmarco Vella