Vai al contenuto

Inter campione: gli 8 momenti più memorabili della stagione

Scudetto Inter: la cavalcata in campionato è stata segnata da diverse tappe degne di nota. Ecco quali sono state le 8 più impressionante in chiave fantacalcio.

Ora che lo Scudetto è assicurato, così come la seconda stella, è ora di lasciarsi andare ai festeggiamenti, ma non è finita qua. Prendiamoci un momento per guardare a tutte le partite disputate dall’Inter: nel corso del percorso stupefacente che li ha portati a vincere il tricolore i nerazzurri ci hanno regalato alcuni momenti indimenticabili.

I tifosi nerazzurri e i fantallenatori che avevano scommesso sugli uomini di Inzaghi, infatti, hanno gioito e non poco nel corso di questa stagione. Dai 23 gol di capitan Lautaro ai 9 rigori realizzati da Calhanoglu, passando per la doppia cifra di Thuram e gli assist di Dimarco: ecco la top 8 dei momenti fantacalcistici più memorabili della vittoriosa stagione dell’Inter.

Top 8 dei momenti migliori della stagione nerazzurra al fantacalcio: alcuni sono storici

I nerazzurri esultano tutti insieme

8° posto: Un eurogol di Federico Dimarco decide la sfida contro l’Empoli al Castellani, che termina 0-1. Dopo 3 assist nelle prime quattro uscite ecco che il nerazzurro mette a bottino anche la prima marcatura, con uno splendido sinistro al volo da fuori area. Il numero 32 batte Berisha e fa per la prima volta +3 in campionato: non sarà l’ultimo.

7° posto: 28esima giornata risolta da Bisseck, autore del gol vittoria in casa del Bologna battuto 0-1. Il difensore tedesco si inserisce alla perfezione in area di rigore e in tuffo spinge in rete il cross alto di Bastoni dalla sinistra: è seconda rete in questo campionato per lui e vittoria per l’Inter contro un avversario difficile.

6° posto: tris calato dagli uomini di Inzaghi in casa del Napoli campione d’Italia in carica. Alla 14esima giornata ci pensano Calhanoglu, Barella e Thuram a decidere una sfida del Maradona indimenticabile, che oltre ad assegnare 3 punti importanti ha messo in chiaro a tutti quali sarebbero state le gerarchie per lo Scudetto 2023/2024.

5° posto: Udinese-Inter 1-2, la decide Frattesi al 95’. L’ex Sassuolo risolve la 31esima giornata con il classico gol in “zona Frattesi”, ovvero allo scadere come era già capitato contro l’Hellas Verona: sul tiro di Lautaro Martinez che colpisce il palo e rimbalza nell’area piccola è il più rapace e spinge in rete. Sono 5 i gol totali in questo campionato per lui.

4° posto: 4 come i 4 gol rifilati dalla squadra di Inzaghi in 4 partite di fila. Poker consecutivamente contro Roma (2-4 all’Olimpico), Salernitana (4-0), Lecce (0-4) e Atalanta (4-0). Con 16 reti segnate e due subite in quattro partite è stato probabilmente uno dei momenti di forma migliori della stagione dei nerazzurri.

Lautaro si bacia la mano per esultare

3° posto: si apre il podio con il traguardo di un singolo che ha dell’incredibile. Proprio contro la Salernitana, in quel secondo di quattro poker infilati dall’Inter, il protagonista assoluto è stato Lautaro Martinez. L’argentino si è preso la scena della settima giornata subentrando dalla panchina e realizzando tutti e quattro i gol che hanno sconfitto i campani, trasformando anche un calcio di rigore.

2° posto: Quando alla quarta giornata, ancora imbattuto, ospiti i tuoi rivali di sempre nel derby più sentito d’Italia e chiudi la sfida con un sonoro 5-1 hai mandato un messaggio più che chiaro. Due volte Mkhitaryan, poi Thuram, Calhanoglu su rigore e Frattesi schiantano il Milan che lascia sconfitto l’ennesimo derby, questa volta con tanto di umiliazione per il passivo pesante. Sarebbe qualcosa da primo posto se non ci fosse una partita ancora più memorabile.

1° posto: impossibile non riservarlo alla gara che ha deciso il campionato, quella in cui i nerazzurri si sono aggiudicati matematicamente il titolo, quella in cui erano chiamati a vincere per essere incoronati campioni e hanno risposto presenti. Il dettaglio più importante? Non era una partita come le altre, era il derby di ritorno contro il Milan: gli uomini di Inzaghi chiudono 1-2 una sfida tesissima contro i cugini e si assicurano il ventesimo Scudetto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Fabrizio Pettenati

Fabrizio Pettenati