Vai al contenuto

L’Inter guarda al futuro con un gioiellino svedese

Marotta e Antonello assemblea soci
CONDIVIDI:
Banner Libro

Inter sempre in allerta quando si parla di piazzare colpi interessanti – soprattutto per il centrocampo, reparto già di grande qualità e sostanza, impreziosito dagli ultimi acquisti della scorsa sessioni (come Frattesi, Klassen e il rientro dal prestito al Monza di Sensi). I dirigenti di viale della Liberazione hanno puntato gli occhi su un nuovo talento del calcio svedese: il 17enne Lucas Bergvall.

Ruolo e caratteristiche

Classe 2006, destro, centrocampista centrale del Djurgårdens IF, Bergvall si è dimostrato essere un prospetto validissimo. Il giovane svedese sembra avere una predisposizione nel ruolo di regista davanti alla difesa – posizione che per anni è stata ricoperta da Marcelo Brozović e che ora è nelle mani esperte di Hakan Çalhanoğlu -, sia nell’impostazione del gioco che nelle mansioni di intercettazioni difensive. Alto 1,86 m, Bergvall si è contraddistinto per la visione di gioco e per la capacità di lavorare nello stretto, sotto pressione, in una zona di campo sempre calda.

Squadre e numeri

Cresciuto nell’IF Bromma, è passato al Djurgårdens nel febbraio 2023. Con la nuova maglia conta già 25 presenze, con 2 reti e 2 assist nel campionato svedese, l’Allsvenskan. Il giovane centrocampista ha già esordito nell’under 21 della Nazionale svedese con cui ha collezionato due presenze. Inoltre, l’esordio in nazionale è avvenuto durante il match dello scorso 13 ottobre contro la Moldavia – valido per la qualificazione agli Europei under 21 -, vinto dagli svedesi per 4 a 0, con un gol realizzato proprio da Bergvall all’89esimo.

Il profilo di Bergvall (in scadenza col Djurgårdens nel 2025) va ad inserirsi nell’organizzazione del mercato futuro dell’Inter e rimane un nome che i dirigenti nerazzurri stanno valutando, insieme ad altri profili: alcuni a parametro zero, come Taremi o Zieliński – come abbiamo riportato in un precedente articolo– e altri, come il talentino svedese, che rappresentano potenziali perle in attesa di essere scoperte, come ad esempio Winsley Boteli del Borussia Mönchengladbach.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Samuele Amato

Samuele Amato

Classe '97, follemente addicted ai colori nerazzurri, alla musica e alla filosofia.View Author posts