Vai al contenuto

Marotta: “Non so cosa accadrà dopo il 20 maggio ma spero che Zhang rimanga. Il mio futuro invece…”

Beppe Marotta, accompagnatore di Inzaghi alla premiazione del tecnico per il premio Bearzot, ha parlato del futuro della società e del proprio avvenire.

Giuseppe Marotta, amministratore delegato dell’Inter dal 2018, è stato intervistato durante la consegna del premio Bearzot a Simone Inzaghi. In qualità di rappresentante della società nerazzurra, il dirigente ha accompagnato il tecnico piacentino a Roma per ritirare il prestigioso riconoscimento e ha colto l’occasione per rispondere ad alcune domande poste da alcuni giornalisti sul futuro della società nerazzurra e sul proprio.

La prima domanda è stata posta sulla scelta presa su Simone Inzaghi e perché, nel 2019, venne ingaggiato lui e non altri allenatori disponibili sul mercato. Marotta, sull’argomento ha risposto così: “La scelta di Inzaghi è stata una decisione collettiva. In lui abbiamo visto le qualità tecniche e umane adatte a guidare il nostro gruppo. Simone arrivava da anni importanti alla Lazio e ora c’è tutta la volontà di continuare questo rapporto da entrambe le parti.”

Situazione societaria: cosa succede dopo il 20 maggio?

Marotta e Inzaghi Premio Bearzot

Vista la complicata situazione societaria della proprietà cinese e il probabile non riscadenziamento del prestito Oaktree da parte del presidente Zhang, qualche giornalista ha posto domande in merito trovando una risposta enigmatica di Marotta: “Non posso rispondere a questa domanda perché è una questione che non mi riguarda direttamente. La proprietà è la parte interessata e quindi spetta a loro risolvere il problema. Per quanto riguarda il rapporto con il presidente posso dire che sentiamo spesso Zhang e, anche se non è presente fisicamente, è un proprietario perfetto che sa delegare e che ha capito come far svolgere i compiti di ciascuno di noi. Spero vivamente che rimanga. La nostra situazione economica è tranquilla e mi auguro che si possa proseguire con la famiglia Zhang a capo della società.

Infine, Marotta ha parlato del suo futuro dopo la scadenza del suo contratto con i nerazzurri: Al momento il mio contratto termina nel 2027. Avrò quasi 70 anni e sicuramente dovrò valutare il da farsi. Potrei provare qualcosa di nuovo. La mia priorità ora è continuare a vincere, poi vedremo quello che succederà.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Andrea Tagliabue

Andrea Tagliabue

Sono Andrea, ho 24 anni e sono tifoso dell'Inter sin dalla nascita. La passione per il giornalismo sportivo è nata quando ero piccolo e da quando ho 15 anni sogno di lavorare nel settore sportivo. Sono un assiduo consumatore di tutto ciò che è calcio e non disdegno un'occhiata agli sport americani (basket, football, baseball, hockey su ghiaccio) e gli sport motoristici.View Author posts