Vai al contenuto

Parametri zero 2024: tanti profili di livello assoluto anche per l’Inter

Quest’anno come gli anni precedenti la lista dei giocatori svincolati a partire dal primo di luglio è ancora una volta piena di grandi nomi, che in caso di mancato rinnovo nella propria squadra diventerebbero obiettivi concreti di mercato. Andiamo a vedere i nomi principali dei profili che si libereranno a zero e dei nomi appetibili anche per l’Inter.

Il nome più importante in questa lista è sicuramente Kylian Mbappè, la star francese del Psg è infatti il giocatore più chiacchierato da un paio di sessioni di mercato, dopo il mancato passaggio al Real Madrid nel 2022 e il conseguente rinnovo con i parigini, la situazione si ripete quest’anno. Il Real Madrid resta interessato, con l’idea di ricreare la terza generazione di Galacticos acquistando ogni anno i migliori talenti al mondo. Oltre al fenomeno francese, vanno a scadenza leggende come Luka Modric(classe 1985), Toni Kroos (classe 1990) e Thiago Alcantara (classe 1991), per citare tre dei centrocampisti più forti del decennio. Facile fantasticare riguardo uno di questi nomi per il centrocampo interista che già forma uno dei reparti più completi in Europa. Altrettanto realisticamente è giusto escluderli per via degli stipendi ampiamente fuori portata per il calcio italiano, specialmente dopo l’abolizione del decreto crescita.

Restando invece nel nostro campionato, i profili più conosciuti che portano cambiare squadra a zero sono Adrien Rabiot della Juventus, il portiere del Napoli Meret e il centrocampista dei partenopei Zielinski, come anche Felipe Anderson e Spinazzola.

A livello internazionale, tra i profili che più possono corrispondere alle esigenze e disponibilità del nostro campionato vi sono l’attaccante iraniano del Porto Taremi, con il quale l’Inter sembra aver un principio di accordo per l’estate; c’è poi Tiago Djalo, sempre seguito dall’Inter come rinforzo in difesa; ma figurano anche giocatori finiti un pò ai margini delle proprie squadre e che vorrebbero provare a riscattarsi: tra questi il primo nome è quello di Anthony Martial, del capitano dei colchoneros nonché prossimo avversario dell’inter in Champions Koke.

Profili per l’Inter

Tra i giocatori citati sopra e realizzabili, i nomi più interessanti corrispondono proprio ai profili su cui l’Inter sta lavorando da tempo, con un colpo per reparto nella migliore delle ipotesi: in difesa il rinforzo arriverebbe da Tiago Djalò, giovane portoghese che viene da stagioni convincenti con il Lille e che può garantire all’Inter un difensore rapido e forte fisicamente; Piotr Zielinski ben noto in Serie A che andrebbe a rinforzare il reparto che risulta meglio coperto, sostituendo probabilmente Sensi o Klassen; e infine il colpo in attacco sarebbe quel Taremi, che forse servirebbe già a gennaio, tanto chiacchierato e inseguito da diverse squadre italiane. Il suo senso da goleador unito alla grande dote di spaziare per tutto il campo venendo a legare spesso il gioco verrebbero sicuramente utili alla squadra e si rivelerebbe funzionale al gioco di Inzaghi.

La ciliegina sulla torta, di fatto quasi impossibile, sarebbe riuscire a portare a Milano uno dei tre centrocampisti menzionati sopra: tutti e tre, al netto delle diverse età, porterebbero un bagaglio di tecnica, esperienza e di trofei vinti inestimabile, permettendo di fare un’ulteriore passo in avanti a livello europeo, sempre con la cornice del Mondiale per club del 2025 bene in mente.


© Consentita la sola riproduzione parziale citando e linkando la fonte.
Alessandro Guerra

Alessandro Guerra

Laureato in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali, classe 98, il mio sogno è scrivere e commentare riguardo i miei principali interessi: politica italiana ed estera, cinema e musica (hip-hop su tutti) e ovviamente trattare di sport, in particolare di calcio e di Inter. Il giocatore che mi ha fatto innamorare dei colori nerazzurri è Adriano l'Imperatore.View Author posts