Vai al contenuto

Problemi tra Hermoso e l’Atletico sul rinnovo di contratto: c’è dietro l’Inter?

Hermoso Inter. Mercoledì l’Inter scenderà in campo contro l’Atletico Madrid. La partita determinerà quale delle due compagini potrà accedere ai quarti di finale di Champions League e quale invece dovrà stracciare i propri sogni europei. I colchoneros sono squadra ardua da affrontare e all’interno della rosa degli spagnoli sono presenti tantissimi ottimi giocatori.

Uno di questi è senza dubbio Mario Hermoso, che da qualche mese sta creando più di qualche problema al suo club sul fronte relativo al rinnovo di contratto del forte difensore. Il suo accordo infatti scadrà il prossimo 30 giugno e molti club hanno cominciato a bussare alla porta dell’entourage dello spagnolo.

Hermoso Inter: ci sono i nerazzurri dietro ai suoi tentennamenti?

mario hermoso

Il giornalista di calciomercato Matteo Moretto ha fornito un focus sulla situazione relativa a Mario Hermoso. Secondo quanto rivelato, al momento non si registrano passi in avanti nella trattativa per il rinnovo con l’Atletico Madrid. C’è una vera e propria fase di stallo nella negoziazione. Ha inoltre aggiunto che al momento Juventus e Barcellona, due delle squadre maggiormente accreditate per tesserare il giocatore a parametro zero a giugno, non avrebbero recapitato offerte all’entourage.

L’Inter è da sempre molto attenta al giocatore, che piace molto in dirigenza. Nel corso di questi anni i nerazzurri hanno abituato i propri tifosi a numerosi colpi a parametro zero. Hermoso sarebbe l’ennesimo della gestione Ausilio-Marotta e sarebbe il terzo in arrivo la prossima estate, dopo Zielinski e Taremi. Sicuramente l’Inter farà un tentativo. Lo spagnolo si integrerebbe benissimo nella difesa a tre proposta da Simone Inzaghi, in cui potrebbe disimpegnarsi da braccetto di sinistra ma all’occorrenza anche da centrale.

Il rinnovo tra Hermoso e l’Atletico Madrid pare distante a causa della situazione economica del club. Lo spagnolo percepisce al momento 4 milioni di euro netti annui e Cerezo, presidente del club, sta attuando una politica di riduzione dei costi. Lo stipendio del difensore è visto come troppo elevato dalla dirigenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Luca Arcangeli

Luca Arcangeli