Vai al contenuto

Zhang resta all’Inter: rifinanziamento ad un passo con un fondo statunitense

Il presidente dell’Inter Steven Zhang si appresta a vivere un finale di stagione memorabile sul campo ma è molto vicino ad un’altra impresa, che appariva impossibile qualche mese fa: tenersi l’Inter e rifinanziare il debito con Oaktree in scadenza il 20 maggio 2024.

Il lavoro del patron nerazzurro è continuato imperterrito nei mesi nonostante un susseguirsi di voci, indiscrezioni che lo volevano ormai lontano dal club meneghino, con il fondo Oaktree pronto a diventare il nuovo proprietario.

La verità è che l’obiettivo di Steven è sempre stato quello di rimanere in sella, almeno per un’altro paio di anni e poi valutare lui stesso in prima persona le condizioni di un’eventuale cessione del club.

Zhang vicino all’accordo con il fondo statunitense Pimco

Steven Zhang - Scudetto

La notizia dell’accordo vicino tra Steven Zhang e il fondo americano Pimco arriva dal Sole24ore, una delle fonti più autorevoli e lineari in tutta la vicenda societaria nerazzurra.

La notizia, che viene riportata dal quotidiano economico, vede Zhang a un passo dall’ottenere un nuovo prestito da 400 milioni di euro pagabili in 3 anni che gli consentirà di estinguere il debito contratto con Oaktree di 275 milioni di euro più interessi.

L’articolo di Carlo Festa rivela inoltre altri interessamenti da parte di HayFin Capital e Ares, che però sono stati sorpassati dal fondo Pimco che è andato in due diligence. Secondo la Gazzetta tra 15-20 giorni l’ufficialità dell’operazione.

Una notizia importante per tutta l’Inter proprio a pochi giorni dal derby: la continuità della proprietà è una garanzia di continuità con questa dirigenza che di conseguenza fornisce le garanzie necessarie anche per la competitività della squadra nell’immediato futuro.

Importante ricordare come questo nuovo prestito avrà probabilmente una durata triennale e che dunque Steven Zhang potrebbe essere costretto a cedere il passo in futuro. Allo stesso tempo le prospettive di guadagno per la società, con la nuova Champions League e il nuovo Mondiale per club sono più che rosee, sempre rimanendo in attesa del vero game-changer: il semaforo verde al nuovo stadio e i suoi ricavi.

Tutti questi elementi contribuirebbero all’innalzarsi del valore societario, magari spingendo investitori a raggiungere la cifra che la famiglia Zhang chiede da anni per valutare una cessione del club.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Alessandro Guerra

Alessandro Guerra

Laureato in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali, classe 98, il mio sogno è scrivere e commentare riguardo i miei principali interessi: politica italiana ed estera, cinema e musica (hip-hop su tutti) e ovviamente trattare di sport, in particolare di calcio e di Inter. Il giocatore che mi ha fatto innamorare dei colori nerazzurri è Adriano l'Imperatore.View Author posts