Vai al contenuto

Sacchi a sorpresa elogia l’Inter e Inzaghi: “Squadra orientata al futuro”

Anche Arrigo Sacchi sceglie di elogiare le strategie di mercato dei dirigenti nerazzurri e promuove la riconferma di Inzaghi come tecnico.

Non passano inosservate le mosse dei dirigenti interisti Beppe Marotta, Piero Ausilio e Dario Baccin che, al momento dello sprint finale per la vittoria del ventesimo Scudetto del club meneghino, scelgono di progettare la squadra del futuro.

I più recenti elogi arrivano da chi ha, negli ultimi anni, speso parole più severe nei confronti dell’Inter: ovvero, l’ex-tecnico di Milan e della Nazionale italiana, Arrigo Sacchi, il quale ha voluto premiare le scelte dei dirigenti della Beneamata, e applaudendo Simone Inzaghi alla guida tecnica della panchina nerazzurra.

Inter già nel futuro e il lavoro di Inzaghi

Arrigo Sacchi in tv

Nello spazio riservato sulla Gazzetta dello Sport, Arrigo Sacchi ha voluto premiare la progettazione e il programma che la dirigenza nerazzurra ha messo in atto, già per la prossima stagione – nonostante ancora manchino delle partite alla fine del campionato, che sembra orientato a concludersi con la vittoria finale dell’Inter, con la conquista della seconda stella.

In particolare, Sacchi elogia la capacità di essersi portati avanti per la costruzione di un progetto che possa essere vincente, facendo riferimento, innanzitutto, agli ormai imminenti arrivi di Piotr Zielinski e di Medhi Taremi – entrambi in scadenza di contratto con i rispettivi club (Napoli e Porto), con cui non intendono rinnovare. L’attaccante iraniano sta ormai aspettando con ansia la sua nuova avventura, tanto da aver promesso di arrivare al top della condizione e da iniziare a imparare l’italiano.

Inoltre, l’ex-tecnico rossonero e della Nazionale parla anche dei piani per poter portare alla corte di Simone Inzaghi altri due profili importanti per la rossa dell’Inter per la stagione 2024/2025 (ricca di impegni tra campionato, coppe nazionali, nuova Champions e il nuovo mondiale per club in estate): Albert Gudmundsson dal Genoa e Mario Hermoso dell’Atletico Madrid (che potrebbe arrivare a parametro zero).

Per Sacchi, la società ha già le idee chiare e sta pertanto volendo battere sul tempo gli avversari, muovendosi di anticipo sul fronte mercato (e rinnovi, tra quali Barella e Lautaro). Ma idee chiare che, sempre secondo l’opinionista per la rosea, partono dalla riconferma di Simone Inzaghi – a cui lo stesso Sacchi rivolge parole di stima per il lavoro che sta conducendo alla guida tecnica dell’Inter, arrivando alla tanto attesa vittoria dello Scudetto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Samuele Amato

Samuele Amato

Classe '97, follemente addicted ai colori nerazzurri, alla musica e alla filosofia.View Author posts